I pannelli coibentati Medacciai rappresentano una soluzione ottimale per la realizzazione di coperture e pareti. Sono costituiti da due lamiere grecate con profili diversi a seconda dell’esigenza estetica e funzionale, in acciaio zincato Sendzimir con spessore variabile (0,4-0,8 mm), con interposto uno strato isolante in polistirene espanso sinterizzato.

Il processo di zincatura a cui le lamiere sono sottoposte, svolge un ruolo di protezione eccellente sia per le superfici interne che su quelle esterne dei pannelli. 

Acciaio Zincato

Il dottor Carmine Ricciolino, Segretario Generale dell’Associazione Italiana Zincatura ha dichiarato in una sua intervista disponibile integralmente QUI
Con il processo di zincatura a caldo, lo strato di zinco metallico che riveste l’acciaio non è una semplice pellicola coprente. Durante l’immersione nello zinco fuso si forma una vera e propria lega ferro-zinco che, in quanto tale, è tenacemente aggrappata all’acciaio ed è asportabile solo con un’azione meccanica robusta o con soluzioni fortemente acide. In ogni caso, anche se si dovesse riuscire a scalfire lo strato di zinco per tutto il suo spessore, gli agenti corrosivi atmosferici non potrebbero procedere oltre penetrando sotto lo strato di zinco essendo, come detto, in lega con l’acciaio. Se la dimensione dell’eventuale danneggiamento è sufficientemente piccola, anche la superficie scoperta risulterebbe comunque protetta dalla corrosione per effetto catodico in quanto lo zinco circostante si comporta da anodo sacrificale.

Per capire quanto tempo impiega lo strato di zinco a consumarsi bisogna conoscerne lo spessore e la velocità di corrosione. Lo spessore dello zinco in genere è funzione dello spessore dell’acciaio e può variare, per gli acciai strutturali superiori a 5-6 millimetri, tra 85 e 150 micron e oltre. La velocità di corrosione può variare tra 0,1 e 2 micron per anno negli scenari d’uso più comuni mentre, in condizioni estreme su può anche andare oltre tale limite. Sulla base di questi dati, escludendo scenari d’uso estremi o rari, si può dire che la durata della protezione offerta dalla zincatura a caldo può variare da un minimo di 40 anni a ben oltre un secolo.

Polistirene espanso sinterizzato (EPS 150)

Materiale leggerissimo composto di atomi di carbonio e di idrogeno. Mediante un processo industriale dal petrolio si ricavano le perle di polistirene a cui viene aggiunto un idrocarburo, il pentano che  funge da gas espandente nel momento in cui entrano in contatto con il vapore acqueo a temperature superiori ai 90°. Questo processo genera una struttura a celle chiuse che trattiene l’aria, conferendo al polistirene le sue proprietà di isolante termico. A termine del processo, il pentano evapora, senza lasciare traccia.

Altre caratteristiche fondamentali del polistirene, sono:

Resistenza all’umidità : L’acqua non attraversa le celle chiuse, nè viene da esse assorbita, non si crea condensa.

Durata: Illimitata, fattori ambientali e condizioni climatiche sfavorevoli non ne modificano le caratteristiche

Versatilità: può essere creato in qualunque forma e dimensione adattandosi perfettamente a qualunque struttura senza la necessità di supporti aggiuntivi, con un notevole abbattimento dei costi.

Medacciai, sfruttando al meglio le proprietà di questi elementi e mettendo a disposizione dei suoi clienti le svariate forme, spessori e raggio di curvatura e una vasta gamma di colori, ha creato un prodotto unico ed efficace, sia dal punto di vista funzionale che estetico.

 

 

Recommended Posts